Dopo aver vinto il premio per la migliore interpretazione al Premio Bianca d’Aponte nel 2016, CHIARA MINALDI per il suo secondo album “Le parole hanno un’anima” (autoprodotto in distribuzione digitale dal 4 novembre 2019), il primo conbraniinediti,ha scelto di cantare in italiano. Un disco che attraversai territori del jazz, del pop e della canzone d’autore, un vero e proprio nuovo debutto, dopo che per il precedente "Intimate" aveva scelto un repertorio in inglese di tutti brani cult-pop che andavano da Joni Mitchell ai Massive Attack, dai Beatles a Sting, passando per Air e James Taylor. Un disco fortunato concui aveva ancheconquistatola prima posizione della chart–list Pop/Jazz della Corea del Sud, precedente questo che l'ha convintaa produrre parallelamente all'album anche un EP per la RNC Music con quattro brani riadattati in inglese.

 

Il primo singolo “L’estate non è” intanto è già fuori,accompagnato da un vero e proprio instant-videofatto d'immagini “rubate” dall’archivio dei ricordi di famiglia che lei stessa ha montato eche la ritraggono bambina cresciuta in mezzo al mare tra Palermo e Agrigento.

 

Guarda il video: http://bit.ly/lestatevideo

 

Chiara Minaldi nasce ad Agrigento e da giovanissima intraprende lo studio del pianoforte e consegue il Diploma di Teoria e Solfeggio. Si trasferisce aPalermo dove tutt'ora vive e frequenta i corsi di canto e piano jazz del Brass Group con insegnanti come Maria Pia De Vito, Lucy Tarsia, Flora Faja, DiegoSpitaleri e Giovanni Mazzarino. Inizia a collaborare con Mauro Schiavone, che riveste un ruolo fondamentale anche nei suoi dischi insieme al paroliere Francesco Cusumano (Musica Nuda, Mauro Ermanno Giovanardi),oltre alle collaborazioni con Riccardo Lo Bue, Giuseppe Urso, Luca Lo Bianco, Giuseppe Milici, Sebastiano Alioto, Orazio Maugeri e tanti altri.

Ha un curriculum di tutto rispetto e ovunque si evidenziano le sue spiccate doti vocali e pianistiche: aGrazper“IlBallodiCasanova”nel 2007 e nel 2010, a“Piazza Jazz 2010”, a Piacenza per il “Premio Chicco Bettinardi” e a “Lucca Donna Jazz”nel 2011,  premiata “Venere del Mediterraneo 2015”e duplice riconoscimento al “Premio Bianca d'Aponte” nel 2016 (per la Miglior Interpretazione e premio “Suoni dall'Italia”.

Ha duettato con Rossana Casale, Fabio Concato, Pippo Matino, ha aperto concerti di Teresa Salgueiro, Mario Venuti, Antonella Ruggero, ha fatto parte del progetto discografico e live della grande orchestra jazz Made in Sicily, è stata invitata all'International Jazz Day a Siracusa 2016 e 2018 in quest'ultimo a fianco di Nicky Nicolaie alla Catania Jazz Marathon 2015 organizzata da Catania Jazzoltre che sul palco di Piazza Castelnuovo a Palermo per la notte di Capodanno 2016.

 

 

 

Made with Namu6