"Y" è il compendio della poetica di Marcello Fiorini, fisarmonicista e compositore di grande talento e capacità tecnica. La sua musica non è però solo legata al linguaggio, quanto anche alla storia e all’esperienza che negli anni lo hanno portato a comporre ed interpretare musiche per il Teatro, la Danza e il Cinema, e a un’attività concertistica sia come solista che in formazione.

Incognita matematica, tramite per sviluppare il senso dell’intuizione, ma soprattutto potente simbolo esoterico, la Y è lettera sacra dai tempi di Pitagora e forse anche prima, per gli Egizi. E ci seduce ancora con i suoi potenti significati. È il bivio, la scelta tra conoscenza e ignoranza, tra virtù e caos. Albero della vita nella teologia mistica cristiana, la Y indica al pastore la corretta VIA per ritrovare 'la pecorella smarrita' che altro non è che la sua Anima. Per i pitagorici la Y era anche un 'segno augurale' del 'Buon Viaggio'. Ed è a un viaggio di potenti emozioni e risonanze che sembra invitarci “Y” di Marcello Fiorini, così ricco di echi onirici e di virtuosismi che rimandano alla difficoltà della scelta, di ogni scelta, ma che accompagna allo stesso tempo verso un 'oltre', che si può individuare soltanto se si è pronti all'ascolto, solerti a rompere gli argini di confini tante volte desiderati e temuti al tempo stesso. Un viaggio iniziatico, proprio come suggerisce la lettera sacra.

Molte sono le suggestioni musicali e le sonorità di queste composizioni ma forte è soprattutto l’esigenza di descrivere attraverso le note, un sistema o una società in preda ad uno stato d’ipnosi, dove il vorticoso sovrapporsi dei linguaggi rende sempre più importante l’ascolto. E “Y” è proprio lo spazio dell’attesa, la volontà di ricrearsi piuttosto che annullarsi, ma è anche il punto di arrivo necessario per elevare la coscienza alle vibrazioni del Cuore. Una raccolta di brani dove ogni brano all’interno ha una sua dinamica che suscita un dialogo, un’ambientazione o magari una riflessione.

Biografia

Fisarmonicista classico e compositore nasce a Rimini, dove fin da giovanissimo intraprende gli studi musicali. Grazie al suo talento ha sviluppato negli anni un originale ed emozionante linguaggio musicale, capace di valorizzare e potenziare lo strumento solista della fisarmonica, dalle espressioni più liriche a quelle più virtuose.

Vincitore di numerosi concorsi musicali nazionali e prestigiosi premi internazionali, come “Grand Prix” International de l’accordéon (Francia 1994), “Dyremose Prisen ” (Danimarca 1995), “Città di Stresa” (Italia 1996). Per molti anni si è orientato sulla musica del tango argentino con particolare enfasi alle influenze contemporanee di Astor Piazzolla, come anche verso il jazz. La concretizzazione di questo percorso artistico avviene nel 2001 con la formazione “The New Tango Project” da lui fondata come autore e interprete, collaborando tra l’altro con Laura Escalada Piazzolla. Numerose sono le opere che ha composto e interpretato insieme al regista e coreografo Aurelio Gatti con la compagnia MDA Produzioni Danza di Roma per il circuito Teatri di Pietra: “IONE”, “IL CICLOPE”, “IL RATTO DI PROSERPINA”, “CIAULA”, “SATYRICON HOTEL”, “ECUBA”,  “L’ORACOLO DI DELFI” , “PULCINELLA E L’IMPERATORE” e “KIRON CAFE’”. Autore delle musiche per gli spettacoli “NANNARELLA” di e con Anna Mazzamauro, “OPINIONI DI UN CLOWN” con la regia di Roberto Negri, “SEGRETA LUCE – Nel laboratorio di Madame Curie” con la regia di Riccardo Diana andata in scena al Teatro Vascello di Roma, “GRIDO D’AMORE – EDITH PIAF” di e con Gianni de Feo in scena al Teatro dei Conciatori a Roma, “IL POETA è UN FINGITORE – FERNANDO PESSOA IN RAPSODIA”, “ODE MARITTIMA” e “PIER PAOLO – POETA delle CENERI” dedicato alla figura di Pasolini con l’attore Cosimo Cinieri, tutte in prima esecuzione all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro Eliseo e al Maxxi – Museo Nazionale delle arti moderne.

 

 

Ha eseguito in prima esecuzione il balletto “Ulisse” con musica originale insieme all’étoile di danza classica Vladimir Derevianko al Teatro dell’Opera di Dresda (Germania) in qualità di solista del Teatro dell’Opera di Roma.

Ha partecipato a registrazioni radiofoniche, televisive e cinematografiche, come la colonna sonora del film “LIBERI” di Gianluca Maria Tavarelli prodotto e distribuito dalla Fandango, “RADIO TRE SUITE”, trasmissione radiofonica per una puntata dedicata alla sua attività musicale, “L’OSPITE” trasmissione televisiva su Sky Cult Network, la realizzazione della colonna sonora del corto animato “IO SO CHI SONO” di Simone Massi e al progetto Daunia Orchestra di Umberto Sangiovanni con cui ha registrato un album dal titolo “LA CONTRORA” edito da Raitrade.

Ha collaborato con numerosi artisti sia della musica, del teatro e della danza, come Luis Bacalov, Vincenzo Cerami, Laura Escalada Piazzolla, Claudia Zaccari e Dominique Portier, Vladimir Derevianko, Michel Godard, Cosimo Cinieri, Simone Massi, Luc Bouy, Ernesto Romero, Pino Strabioli,  Antonio Pellegrino, Moni Ovadia, Anna Mazzamauro, Fulvio Maras, Ernesto Lama, Cinzia Maccagnano e Sebastiano Tringali… esibendosi nelle seguenti manifestazioni: Festival di Santannarresi (Cagliari), Festival di Montalcino, Concerto del 1° Maggio 2002 in P.zza San Giovanni di Roma, Musiche per tre film muti nell’ambito del Roma Europa Festival, Classica e Rock con Nicolò Fabi e Max Gazzè, Festival della Magna Grecia, Cantico per la pace con l’Orchestra Filarmonica di Lublino e il Coro Lirico Sinfonico Romano eseguendo come solista la “Misa Tango” di Luis Bacalov nella Basilica di Santa Maria dell’AraCoeli a Roma.

 

Il suo precedente lavoro “METAMORPHOSIS” – Concerto per anima e mutazioni – è stato l’inizio di un nuovo percorso musicale che lo ha portato ad esibirsi con successo in rassegne come il Museo Archeologico Nazionale di Teano, la Valle dei Templi di Agrigento, Museo Pepoli di Trapani, Museo Lavinium di Pomezia, Teatro Piscator di Catania etc..

Il Concerto e ultimo progetto “BABILONIA” ha avuto il suo debutto a Palermo presso il Palazzo Riso – Museo Regionale di Arte Contemporanea – proseguendo con l’Anfiteatro di Sutri, l’Anfiteatro Romano di Volterra, Favignana all’ex stabilimento Florio, il Tempio di Hera a Selinunte, l’isola di Mothia e al Teatro Antico Akrai di Palazzolo Acreide.

 

M a r c e l l o  F i o r i n i

Y

(M.A.P. EDITIONS, 2016)

 

1 Babilonia House

 

2 Waiting For

 

3 A una polena

 

4 Vertigo

 

5 Ode marittima

 

6 Metamorphosis

 

7 Every Day Like the Sun

 

8 Mind Dream

   

9 Y

 

Made with Namu6